Templates by BIG Theme

Best bookmaker bet365 register

The Best bookmaker bet365

Concorso in collaborazione con kenwood e masterchef

By : | 0 Comments | On : novembre 25, 2013 | Category : Varie

400 grammi di farina ’00’ grano tenero o manitoba
90 grammi di acqua
PREPARAZIONE:
Sempre più persone intolleranti al lievito, sempre più articoli che raccontano di quanto sia meglio utilizzare la pasta madre per far lievitare le nostre pizze, focacce, e pane. Viene chiamato lievito madre, pasta madre, pasta acida o pasta crescente ma si intende sempre quel composto di acqua e farina che inacidendo da il via ad un meccanismo di produzione di batteri lattici e lieviti capaci di avviare la fermentazione. Questa fermentazione è proprio in grado di far lievitare i nostri impasti e renderli più digeribili. A chi non ha mai assaggiato una pizza fatta con questo lievito, consiglio di provare a farlo, il risultato è un alimento più digeribile e diremo addio al senso di pesantezza e gonfiore, tipico di quando ci alziamo da tavola dopo aver mangiato la pizza. All’inizio il procedimento è laborioso ma una volta passata la fase iniziale avremo il nostro lievito sempre pronto in casa! Ho impasto con il gancio a spirale della nostra kenwood la farina e l’acqua alla velocita ‘ 7 per qualche minuto, regoliamo l’acqua quanto basta per rendere il composto morbido. Poi ho messo l’impasto in un recipiente e coperto con un panno umido a riposare per 2 giorni.. Passati questi giorni avremo un panetto duro in superficie con un odore che vira all’acido ma non preoccupatevi è tutto normale! Se il nostro impasto non presenta muffe di colori diversi da quello dell’impasto, il vostro lievito è pronto! Se non dovesse essere così, ripetiamo il procedimento con acqua e farina ma diminuendo la dose di acqua! Proseguiamo con la preparazione ‘rinfrescando’ il futuro lievito: dal nostro impasto togliamo la crosta in superficie, prendiamo una bilancia ed estraiamo circa 200 grammi dal cuore che sarà’ morbido e poroso, con questi 200 grammi uniamo altri 200 grammi di farina e altri 90 grammi di acqua e impastiamo con il gancio a spirale e lasciamo riposare in una terrina fino al giorno successivo. Questo metodo di rinfresco va fatto tutti i giorni per almeno 15 giorni ( è un po’ scocciante ma ne vale la pena!) Passati i 15 giorni avremo in nostro lievito perfettamente attivo e vivo pronto per gonfiare le nostre pizze! Ora non vi resta che metterlo in un contenitore ermetico nel frigorifero ricordandovi che si conserva per una settimana, per prolungare la sua durata basterà’ che ogni settimana effettuiate un rinfresco e il vostro lievito avrà vita infinita! Dopo aver tolto il lievito dal frigorifero dividetelo a meta’ (circa 200 grammi) con una meta’ effettuiamo in rinfresco classico e lo riponiamo in frigo fino alla prossima settimana, mentre l’altra meta’ lo utilizzeremo per l’impasto che andremo a fare. Ricordando che il lievito madre dev’essere il 30% dell’impasto finale e che i tempi di lievitazione saranno più lenti quindi dalle 6 alle 8 ore. In casa mia il lievito di birra è ormai abolito e ogni settimana mi gusto un pizza deliziosa e genuina! votatemi 🙂

20131125-222648.jpg

Post A Comment